TUTTO IL BELLO DELLA "PRIMA VOLTA"!

Riparte la Western League, riappaiono sorrisi, guanti sforacchiati, grandi battute, corse sbagliate e mani sul caschetto, prese al volo decisive. Tutto il campionario del baseball riemerge come ogni domenica, quando mazze, palline e guantoni prendono il sopravvento su tutto il resto e lo fanno anche con chi ha cominciato oggi. Ritornano anche gli Aosta Bugs che a Vercelli presentano in campo un nuovo gruppo: molto giovane, pronto, motivato, ben aiutato a crescere da manager Monti. E così giocare diventa ancora una volta una esperienza "dolce/amara" ma soprattutto divertente, da costruire tutti insieme, con le decise "legnate" nel box di battuta dei "veterani" Emile e della coppia "Ricky & Ricky", con le importanti azioni in difesa di Leonardo e Adriel, con l'entusiasmo totale di Mathias, con la simpatia dei giovanissimo duo "Fede & Fede", con la velocità e la grinta di Mattia, con l'incredibile conoscenza del gioco di Pietro, con la concentrazione totale di Denis S., della scuola baseball e, ultimo solo per citare l'esempio, con il sorriso di Denis B. che prima si "intristisce" per un paio di errori, ma poi sfodera una presa al volo che risulta decisiva e lo capisce da solo, perchè poi sorride e mostra un "pugnetto" che nemmeno il vincitore di Wimbledon... E cosa è questo se non baseball? Scordavamo infatti i risultati, la parte meno importante in realtà: si pareggia 6-6 con Fossano, si perde 6-9 con Novara, si vince 7-4 con gli Angels Vercelli e pure 9-5 con Boves. 

Hanno giocato a Vercelli con i colori dell'Aosta Bugs: Emile Burgay, Riccardo e Federico Sana, Denis Bejan, Riccardo e Federico Romeo, Mathias Rastello, Denis Stetco, Pietro Lazzarotto, Mattia Mantani, Leonardo Turo e Adriel Talamo.