RITORNO AL...FUTURO

Era già qualche anno che non vedevo squadre intere con la maglia rossonera aggirarsi circospette su di un diamante in terra rossa ed erba, lanciare palline, allacciare schinieri ed indossare maschere, far "vorticare" mazze con decisione e correre di base in base. Finalmente, grazie a molte persone e al loro impegno, queste immagini sono ritornate davanti ai miei occhi ed è stato proprio un bel vedere! Un nuovo campionato, giocato da ragazzini che hanno entusiasmo, che oggi sono contenti perché hanno giocato bene e si sono divertiti, nonostante il clima poco felice, le difficoltà del gioco del baseball e la pochissima esperienza in campo con le regole del campionato Ragazzi, ma a S.Antonino di Susa gli Aosta Bugs hanno ricominciato a raccontare una storia, fatta di sacrifici e impegno, ma anche di tanti sorrisi e di milioni di cose ancora da imparare. Per chi era già su quel campo nel 1995 con la stessa maglia la sensazione è "priceless". Quindi "chapeau" a chi quei ragazzini li segue e li indirizza nel gioco e a chi li segue e li indirizza ogni giorno e in famiglia, a chi li cresce nel baseball e a chi li cresce nella vita, che tanto è come il baseball...parti da casa, segui un percorso di viaggi, sensazioni, emozioni e torni a casa...

Le partite! New Panthers e Bugs, due squadre giovani, poco esperte, ma con tanta voglia e grinta. Alla fine ne vincono due i rossoneri 14-9 e 10-7 i risultati.

Hanno giocato a S.Antonino di Susa: Emiile, Pietro, Denis B., Riccardo R., Adriel, Mattia, Denis S., Riccardo S., Luca, Leonardo, Matteo, Gabriele, Yannick. Lisa ha rotto il ghiaccio in battuta e Mathias (già in crisi di astinenza da campo...)  ha fatto lo scorer.