VINCERE E/O CRESCERE?

  • Stampa

Secondo appuntamento con la Western League per il nuovo gruppo di "mini Bugs" Under 12, guidati dal coach Federico Monti, che si è ben disimpegnato a Novara, confrontandosi con i pari età di Milano, Seveso, Novara e Porta Mortara. La squadra rossonera, farcita di ragazzi e ragazze alle prime esperienze con il baseball giocato, ha concluso la giornata con due successi nei match con Porta Mortara (8-4) e Novara (9-8), un pareggio con il Seveso Gray (5-5) ed una sconfitta con il Milano (2-6). Al termine della giornata grande soddisfazione per i tecnici aostani che proseguono nel cammino intrapreso un paio di stagioni orsono, all'insegna della crescita collettiva e del divertimento per i ragazzi, con la regola di far giocare sempre tutti i presenti. Da un positivo scambio di opinioni con uno dei tecnici presenti, Richard Macias, viene la conferma di essere sulla strada giusta: a volte, è vero, la tentazione di mettere in campo sempre e solo i migliori è forte perchè vincere fa piacere a tutti, soprattutto agli allenatori, ma il nostro compito vuole essere diverso: cementare il gruppo, far emozionare i ragazzi e stimolare il loro entusiasmo, dimostrare che i risultati si ottengono con l'aiuto di tutti i componenti della squadra, dare l'opportunità di migliorare i gesti motori e apprendere le tattiche anche a chi gioca da poco. Costa tutto questo? Sì, costa se si ragiona nell'ottica di una classifica, ma se l'obiettivo è quello di costruire giocatori di baseball, atleti che rispettano le regole, ragazzi che collaborano per un obiettivo comune allora acquista valore il percorso che si fa insieme e l'idea che avremmo potuto vincerne qualcuna in più la teniamo per quando questi ragazzi e ragazze saranno uomini e donne che giocheranno a baseball e al softball, i giochi più belli del mondo...

Hanno giocato a Novara: Nicolò Peloso, Yliass El Fakir, Mathias Rastello, Domenico Franco, Federico Romeo, Francesca De Vita, Stephanie Franco, Federico Sana, Dennis Rubino, Omaima El Fakir, Gabriel Quintana, Pierfrancesco Bernardi, Giorgia Bonomo.